Dal web

Fai attenzione alle extension, ecco i danni che procurano ai tuoi capelli – Proiezioni di Borsa

Dopo un’estate al vento e al sole si potrebbe aver voglia di cambiare look o migliorare il proprio aspetto, regalandosi una chioma più lunga o più folta con effetto super naturale. Le extension sono ideali per rimpolpare le chiome se i capelli sono pochi e sfibrati, oppure per tagliarli e rinforzarli senza rinunciare alle solite lunghezze. L’aggiunta di ciocche, artificiali o naturali, va fatta però da specialisti di extension, non da un parrucchiere volenteroso. Ecco, con l’aiuto degli specialisti di Salute e Benessere di ProiezionidiBorsa, le soluzioni che ci vengono proposte. E i danni che si procurano ai propri capelli scegliendo il posticcio sbagliato o affidandosi a personale non esperto.
Solo dopo averla fatta, si si scopre che l’applicazione di fasce cucite è abbastanza dolorosa: per molti giorni si avverte un notevole fastidio al cuoio capelluto. Questo metodo è uno stress per il bulbo, ci sono anche seri rischi di calvizie a chiazze.
Le fasce mobili o capigliare, sono per l’utilizzo temporaneo: serate particolari, eventi importanti come matrimoni e feste. Sono veloci, economiche da applicare e da rimuovere. Ma metterle tutti i giorni è faticoso. E soprattutto, bisogna cercarle dell’esatto colore dei propri capelli.
Invece, le fasce fisse possono reggere un po’ di capelli, ma non troppi. Sono incollate a caldo in modo veloce. È il metodo più utilizzato dai parrucchieri, ma non tutti sono in grado di assicurare un buon risultato estetico. Dopo un paio di mesi, il peso diventa insopportabile, si accusano spezzature e perdite dei propri capelli.
Infine, le fasce biadesive si applicano a freddo. Non sono adatte per allungamenti totali e non si integrano in modo naturale se i propri capelli hanno lunghezza inferiore ai 25 cm. È un sistema che va bene per piccole zone. Ma i capelli non si possono legare per dormire o fare sport.
Fai attenzione alle extension, ecco i danni che procurano ai tuoi capelli. L’applicazione di ciocche singole, con anellini fissati con un sistema a incastro, è meno invasiva ma meno sicura: prima o poi si staccano e cadono. Gli anellini possono causare microlesioni durante il sonno o durante lo shampoo.
Infine, c’è l’applicazione di ciocche con ultrasuoni, a caldo, con temperature che non superano quelle della piastra. Il punto di raccordo è poco più grande di un chicco di riso. È un metodo comodo, non crea problemi quando si dorme e la chioma ha un aspetto naturale. I capelli si possono raccogliere in coda bassa, le ciocche sono riapplicabili e non cadono facilmente. Tuttavia, l’adesivo e la cheratina usati nei raccordi, possono indebolire i propri capelli. Bisogna inserirle in modo proporzionale rispetto al taglio esistente. Se le ciocche non sono di ottima qualità o messe senza competenza, si formano dei nodi e il posticcio si evidenzia.
Le extension devono essere applicate bene, da un professionista, altrimenti si creano microlesioni, spezzature e diradamenti. Bisogna capire se la propria chioma ha uno spessore adatto, in grado di supportare il peso del posticcio e l’aggressione degli adesivi. Di solito chi mette più volte le extension non possiede capelli lunghi e forti. Dunque, chi offre il servizio deve essere sincero sull’opportunità e le conseguenze. Non bisogna fidarsi di chi non fa un esame accurato, prima di partire col lavoro. E bisogna essere disposti a mettere ciocche di capelli veri, per avere meno problemi. Quando si indossano le extension, non bisogna lavare i capelli a testa in giù, non bisogna usare shampoo aggressivi, bisogna applicare apposite maschere idratanti.
Redazione
redazione[@]proiezionidiborsa.com
Advertising
adv[@]proiezionidiborsa.com
Help desk
servizioclienti[@]proiezionidiborsa.com

source

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.